C’è ancora tempo per visitare la mostra “Walls”

foto-per-linvitoSarà visitabile fino al 20 giugno, su appuntamento, la mostra  “Walls”, che nello Studio Nerino (Via Santa Marta 21, Milano) raccoglie gli scatti del fotografo Andrea Rossetti durante la sua recente esperienza in West Bank.

Walls ha un duplice significato: da una parte descrive i muri delle infrastrutture pubbliche costruite da Coopi nell’ambito dei progetti palestina-21cash-for-work (un assegno in cambio della manodopera per la costruzione di piccole infrastrutture o di servizi alle comunità) in Cisgiordania e Gaza. Dall’altra il muro di separazione costruito dal governo israeliano con lo scopo dichiarato di proteggersi dai terroristi che entrano in Israele dalla West Bank: chiamato “security fence” da chi sostiene la sua efficacia nell’ostacolare gli episodi terroristici o “apartheid wall” da chi soffre le sue umiliazioni quotidiane e conseguenze economiche, ma anche da israeliani contrari a questo tipo di soluzione. Un muro che oggi è il simbolo più ingombrante della separazione tra due popoli in una terra contesa. Due popoli vicini ma che si sfiorano soltanto, si temono, si scrutano attraverso i media e sembrano essere molto lontani da una situazione pacifica di convivenza.

palestina-11L’esperienza di Walls è l’inizio di un progetto fotografico, un percorso che si serve delle immagini per comunicare ed approfondire alcuni aspetti del conflitto israelo-palestinese, così delicato per il mondo moderno, più che mai sull’orlo dello scontro di civiltà. Walls vuole esortare a una riflessione, mostrando alcuni luoghi significativi e controversi, lungo le centinaia di chilometri del tracciato del muro di separazione e all’interno di città palestinesi dalla storia millenaria.

Per informazioni e appuntamenti: 02-89656658, andrearossetti.studio@gmail.com.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*