WILLY, IL COOPERANTE PIU’ AMATO DAI FUNDRAISER

willy

Willy Scaltriti è a capo del progetto CIDC“Children in Difficult Circumstances” ad Addis Abeba, in Etiopia, realizzato da COOPI e sostenuto dalla campagna “TUTTI IN CLASSE!”, a favore dell’istruzione dei bambini nel Sud del mondo.
Alcuni giorni fa è passato a trovarci dalla sede di COOPI Milano, e ne abbiamo approfittato per scambiare con lui due chiacchiere.

Caro Willy, quali nuove dal centro di accoglienza di COOPI ad Addis?

Al momento abbiamo 24 ragazzi che frequentano differenti corsi professionali, tra cui: acconciatura, cucina, tessitura, lavorazione legno e meccanica. I ragazzi hanno tra i 16 ed i 18 anni e sono ospiti del nostro centro di accoglienza per ragazzi di strada a Merkato, nel cuore di Addis Abeba.
Abbiamo inoltre altri 15 ragazzi che hanno terminato i corsi professionali.
Di questi, 4 sono impiegati in diverse attività lavorative: 2 presso la società di costruzioni Varnero, come operatori di macchine da cantiere, 1 come cameriere presso un ristorante italiano, 1 come barbiere.

 

Willy con gli insegnanti e i beneficiari del corso di "Basic Business Skills".

Ashenafi, in un'immagine recente.

Come sta Ashenafi, il ragazzo scelto da COOPI come testimonial di “TUTTI IN CLASSE!” ?
Molto bene, ora ha 19 anni e, insieme ad altri 11 ragazzi beneficiari del progetto, inizierà a breve una propria attività commerciale come venditore ambulante nei mercati di Addis, secondo la sua volontà (COOPI comprerà ai ragazzi dei carretti con cui esporre i propri prodotti: calze, mutande, schede telefoniche, dolciumi). Gli stessi hanno prima frequentato un corso di “Basic Business Skills”, durante il quale hanno ricevuto delle nozioni di management e contabilità di base (calcolo costi/ricavi) ed hanno imparato a formulare un business plan (verificato con lo staff locale).

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=u2h87uXIcxU&hl=it&fs=1&]

Le ultime attività realizzate?
Il 16 giugno abbiamo partecipato alla Giornata del Bambino africano organizzata dalle autorità municipali di Addis, sponsorizzando le magliette di 500 bambini. Su tali magliette è stato stampato un invito a creare un ambiente favorevole ai bambini, in cui abbiano maggiore attenzione e cura.
Abbiamo inoltre stampato la prima newsletter (cartacea) del progetto CIDC, che informerà stakeholders e altre NGOs presenti ad Addis circa le attività di COOPI
(clicca qui per scaricare il .pdf – 6.60MB).

Cosa bolle invece in pentola per il futuro?
Da luglio partiremo con delle attività generatrici di reddito a favore delle associazioni locali con cui collaboriamo, che dovrebbero garantire il proseguimento delle attività educative offerte alla comunità al termine del progetto di COOPI.
La prima attività sarà un laboratorio di preparazione del “teff”, cereale con cui in Etiopia si prepara “l’injera”, cibo base di ogni etiope. Seguirà un centro copie e una panetteria.
Per il resto continuiamo a sostenere l’educazione di base di 500 bambini di Merkato, cui COOPI provvede con la fornitura di materiale scolastico e le lezioni di insegnanti attraverso il progetto di Sostegno a distanza.

euroBene, abbiamo saputo che, oltre a profondere energie e professionalità nel progetto che segui, hai donato anche un congruo gruzzoletto per il medesimo, non è così?
Si è vero, anche se il merito va agli amici e conoscenti della comunità parrocchiale di Erba (Co), di cui sono originario. Insieme hanno donato circa 1.400 euro per il progetto CIDC, che destineremo probabilmente per l’acquisto di materiale scolastico. Approfitto dello spazio per ringraziarli pubblicamente, di cuore.

E noi ringraziamo Willy. Lo facciamo tramite Andrea Ambroso, responsabile dei progetti COOPI in Etiopia:
Colgo l’occasione per esprimere a Willy una parola di ringraziamento ed elogio. A nome mio, di COOPI e dei beneficiari, ti ringrazio per questa tua bella iniziativa. Progetti come il CIDC acquistano significato e valore se a fianco dei donatori istituzionali si riescono a mobilitare risorse e interessi spontanei e generosi come il vostro.

Ciao Willy, buon ritorno ad Addis.

Share Button

One Reply to “WILLY, IL COOPERANTE PIU’ AMATO DAI FUNDRAISER”

  1. Caro Willy,
    vedo che finalmente il tuo valore professionale e sopratutto umano è stato riconosciuto. Sono fiero, come amico, di te e di quello che fai; mi impegnerò ad aiutarti e a fare in modo che altri insieme a me possano farlo. Ti sono vicino e ti abbraccio. A presto
    Daniele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*