LA SPERANZA E’ APPESA A UN SILO

L’articolo che segue è tratto dalla newsletter di ECHO (Dipartimento di Aiuto Umanitario della Commisione Europea). English version of this post below italian version.

L’esperienza di ERIC.

Eric Malunje discute del silo con Ulemu Zaindi, dello staff di COOPI Malawi.
Eric Malunje discute del silo con Ulemu Zaindi, dello staff di COOPI Malawi.
Dal gennaio 2008 Eric Malunje, 32 anni, è Presidente del Comitato di Protezione Civile (CPC) del Kasache che opera sotto l’Autorità Tradizionale di Msosa, in Malawi. Da allora il sig. Malunje è stato molto occupato a rappresentare e servire la sua comunità. Il difficile lavoro etico e l’entusiasmo nell’affrontare l’emergenza e l’assistenza nel momento delle calamità, hanno conferito a Eric una reputazione tale da indurre l’Assemblea del Distretto di Salima a richiedere la sua presenza in vari gruppi di discussione sulla Riduzione del Rischio Calamità, da Salima a Liwonde. “Questa serie di incontri mi hanno fornito conoscenza e competenze su come informare e aiutare il Gruppo di Villaggi del Capo Tribù Kasache sui pericoli di allagamenti, e su come questi possano essere arginati con la preparazione e la prevenzione dei danni“. Un seminario sul Cambiamento Climatico e la Riduzione dei Rischi di Calamità – condotto dal Centro di Politica Ambientale e Pubblica Difesa (CEPA) – diede la possibilità al sig. Malunje di scambiare informazioni sul silo di grano costruito nella sua zona con gli altri partecipanti da Karonga e Nsanje. Nel Gruppo di Villaggi del Capo Tribù Kasache è stato installato un silo in cemento per il grano tramite il coordinamento e la collaborazione di diversi sostenitori. Questi spaziano dalle stesse comunità che forniscono materiali e mano d’opera reperibili localmente, fino alle perizie tecniche dell’Ente per l’ Agricoltura di Salima e l’organizzazione non governativa COOPI – di Cooperazione Internazionale. I silos in cemento per il grano, quattro dei quali costruiti a Salima, non sarebbero stati realizzati senza il finanziamento del Dipartimento governativo del Malawi per la Gestione delle situazioni di Calamità (DoDMA), del Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) e della Commissione Europea del Dipartimento di Aiuto Umanitario (DIPECHO). Underwear pants Secondo il sig. Malunje Kasache è una zona soggetta a inondazioni dal 1979, per cui le comunità sono state costrette a spostarsi da un posto all’altro lungo il fiume Lingadzi. Ciò ha influenzato negativamente la loro vita, dato che le alluvioni hanno sempre danneggiato le colture e in molti casi interi appezzamenti di terreno con abitazioni. “L’avvento del silo per il grano nella zona di Kasache grazie al contributo di COOPI aiuterà a riportare la speranza perduta fra le comunità, poichè potranno usufruire nel periodo del disastro di sementi e cibo immagazzinato in precedenza” dice Malunje. Secondo quanto ci racconta, quest’anno le comunità stanno progettando di riempire il loro silo con i semi di grano, e ognuno di loro è d’accordo per contribuire con un minimo di 10 kg. “La disponibilità di sementi nella prossima stagione ci aiuterà a concentrarci sui nostri orti invece di lavorare occasionalmente presso terzi” afferma il Presidente del CPC del Kasache. Secondo Eric le Comunità sono d’accordo per iniziare a stoccare il cibo fino al 2010. L’aspettativa è che in due anni i villaggi del Kasache smettano di dipendere dal Governo e dalle ONG, come avvenuto in passato per l’erogazione di cibo durante le inondazioni. “Siamo fiduciosi sul fatto che questo silo ci permetta di essere autosufficienti nei periodi di alluvione” conclude il Presidente del CPC.

english version.

Since January 2008, Eric Malunje, aged 32, has been the Chairman of the Kasache Civil Protection Committee that works under Traditional Authority Msosa. Since that time, Mr. Malunje has been busy representing and serving his community. This gentleman`s hard work ethic and enthusiasm for disaster preparedness and recovery activities has earned him a reputation that has made the Salima District Assembly to request his representation at various workshops on Disaster Risk Reduction from Salima to Liwonde. Malunje says: “These workshops have given me the knowledge and skills on how to advise and help the communities under Group Village Headman Kasache on the dangers of floods and how they can be reduced by being prepared and preventing damage.” One workshop, conducted by the Centre for Environmental Policy and Advocacy (CEPA) on Climate Change and Disaster Risk Reduction in Malawi gave Mr. Malunje the opportunity share with fellow participants from Karonga and Nsanje information on the community grain silo built in his area. Under Group Village Headman Kasache, this community has established a cement grain silo through the coordination and collaboration of many different supporters. These supporters range from the communities themselves providing locally available materials and labour, to the technical expertise of the Salima Agricultural Office and the non-government organization Cooperazione Internazionale (COOPI). The cement grain silos, four of which have been built in Salima to date, would not have become a reality without the supporting funds provided by the Malawi Government Department of Disaster Management Affairs (DoDMA), the United Nations Development Programme (UNDP) and the European Commission Humanitarian Aid Department (DIPECHO). According to Mr. Malunje, Kasache has been a flood prone area since 1979 whereby communities have been forced to move from one place to another along the Lingadzi River. This has affected the community’s livelihood since floods have always damaged crops and in some cases, entire household plots. “The coming of the grain silo in Kasache area by COOPI will help to restore the lost hope to the communities in the sense that they will be having seed and food in stock during times of disaster“ says Mr. Malunje. According to this CPC Chairman, the communities are planning to fill their silo this year with grain seed whereby each one of them has agreed to contribute a minimum of 10kg. “The availability of seed in the next planting season will help us concentrate in our gardens instead of doing casual labour which has been the most common source of income to get seed for our gardens”. The Chairman says that communities have also agreed to start storing food for use in 2010. Mr. Kids’clothing Malunje’s expectation is that in two years time, villages under GVH Kasache will stop depending on government and NGOs as they have previously in the past for food assistance during floods.

Share Button

One Reply to “LA SPERANZA E’ APPESA A UN SILO”

  1. Pingback: UNA “RICETTA” PER PREVENIRE I DISASTRI « miglioriamo il mondo, insieme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*