FESTA A COOPI: PADRE BARBIERI COMPIE 79 ANNI “QUELLA VOLTA CHE INCONTRAI SAN PIETRO…”

Padre Barbieri in Africa

Nei giorni scorsi il fondatore di COOPI, padre Vincenzo Barbieri, ha compiuto 79 anni. Tutta la sede di Milano ha festeggiato in grande stile. Padre Barbieri ha voluto raccontare a tutti i collaboratori un sogno fatto nei giorni precedenti, eccolo.

Era il giorno del  mio compleanno. Ma non in questo salone, festeggiato tra di voi con biscotti e spumante. Bensì davanti al tribunale di San Pietro in attesa della sentenza: “Paradiso! Inferno! Purgatorio!”

Iniziò l’interrogatorio il presidente del tribunale San Pietro: “Cosa hai da dire in tuo favore, di aver combinato in questi 79 anni?”. “Tante cose. Sin da piccolo in aiuto degli altri e specificatamente, negli ultimi 45 anni, l’assistenza alle popolazioni del Terzo Mondo attraverso COOPI”

Ed in tuo sfavore?” Insistette. “Questo tocca a voi dirlo”

E così, un angioletto arrabbiato, che era alla destra di San Pietro e che doveva essere il Pubblico Ministero, intervenne. “Quarantacinque anni fa hai rinunciato a partire come missionario. E così, invece di occuparti di salvare tante anime immortali degli africani dal pericolo dell’inferno, ti sei occupato solo dei loro corpi”.

E poi intervenne l’angelo di sinistra, anche lui con una grinta terribile, sbattendo fortemente le ali:

…ed inoltre tu non hai fatto di Coopi un’associazione ad indirizzo religioso e cattolico, soggetta al Vaticano, per inviare nel Terzo Mondo solo gente di provata fede religiosa che avrebbe potuto farci fare bella figura perchè la gente avrebbe detto:”Vedete come la chiesa cattolica e il Papa si interessa di voi, mandandovi tutti questi buoni cristiani ad aiutarvi? Tu ne hai fatto, invece, un’associazione totalmente laicista, che accetta ed invia, insieme ai nostri buoni cattolici, anche protestanti, musulmani, atei, mangiapreti, gente che non va mai a Messa alla domenica, spesso lui e lei accoppiati senza essere sposati in chiesa. Che figura ci fa la Chiesa quando si sente dire: “Vedete che per fare del bene non occorre essere credenti-praticanti?”

A quel punto San Pietro mi chiese: “L’imputato ha qualcosa da dire?” Io risposi: “Niente” Anche se avrei voluto rispondere: “…e chi se ne frega!”

Allora San Pietro disse: “La Corte si ritira per la sentenza”

Io intanto rimasi in attesa. Dopo un pò la Corte rientrò e San Pietro iniziò a dire: “La Corte – sentito l’imputato, ascoltate le accuse, soppesati i pro e i contro, sentenzia…”

A quel punto mi svegliai perchè era entrata la donna delle pulizie, che mi disse: “Si svegli, si alzi, perchè dobbiamo rifare il letto.”

E così dovrò aspettare per conoscere la sentenza d i San Pietro su di me sino a quando giungerà il momento di lasciare questo mio corpo su questa terra e – alleggerito – volarmene in alto e scomparire fra le nubi sentendo cantare “nel blù dipinto di blu…..” Con l’anima pronta a farsi giudicare per quanto di bene e di male aver combinato nel corso di un bel mucchietto di anni. Magari qualcuno di voi, che sarà già arrivato lassù, sarà là ad aspettarmi o all’inferno o in purgatorio, ma speriamo in paradiso. Così a mia volta attenderò quelli che di voi arriveranno dopo di me.

TANTI AUGURI!

Padre Barbieri sostiene decine di bambini in Africa

Share Button

5 Replies to “FESTA A COOPI: PADRE BARBIERI COMPIE 79 ANNI “QUELLA VOLTA CHE INCONTRAI SAN PIETRO…””

  1. Accogli anche i ns calorosi e “vecchiardi” AUGURI.
    Per non peccare di presunzione, caro Padre Barbieri, anche tu, hai messo il cerotto sulla bocca del povero san Pietro…ma, il buon Padre Celeste, che ascolta le proposte di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di incontrarti, per decidere del tuo “collocamento eterno” ti ha già scelto per stare alla “Sua Sinistra”!
    Sai che alla “Sua Destra” il buon Dio, ha pensato bene di metterci il Figlio Suo Prediletto, Gesù, perchè, altrimenti, ci sarebbe stato un piccolo uomo che avrebbe deciso “insindacabilmente” di starci lui per governarci anche da lassù. Pensa che condanna eterna per te e l’umanità intera!!!
    Grazie davvero, Padre Barbieri! La tua “umana”presenza ha significato un cambio di rotta nella ns vita familiare e comunitaria e te ne siamo grati. Infine ti vogliamo dire che San Pietro non ha nessuna voglia di vederti “lassù” perchè hai ancora molto da regalarci “quaggiù”!!!Giulio e Gianna

  2. Ciao, ieri ho reso omaggio a padre Vincenzo Barbieri, quando sono entrato nella bilbioteca della COOPI, lui era li in questo luogo di cultura e di pace.
    Ai piedi del feretro hanno deposto i suoi simboli usati per raccogliere un euro per salvare dei bambini, un megafono, una baudiera della COOPI e una cassetta di cartone con foto di bambini e un piccolo buco dove la gente da lui sensibilizzata poteva introdurre uno o più euro. Tutto questo mi ha commosso e mi ha fatto riflettere sulla persona di padre Barbieri.
    Li seduto accanto a lui con i pensieri sono tornato a quando per la prima volta ho conosciuto padre Vincenzo e capire quanto lui fosse stato importante per il volontaqriato, senza se senza ma.
    Ora mi chiedo perchè COOPI sia ancora impegnata come associazione nel volontariato, mentre noi TVC siamo spariti e ora viviamo di incontri per ricordare e porci le solite domande sul volontariato ecc.
    E’ stato lui il vero motore trainante dell’impegno dei volontari?
    Perchè i TVC dopo l’uscita di padre Barbieri dai TVC , poco a poco sono andati verso la chiusura dell’associazione? Forse il motore dei TVC ora si trova ancora nei volontari che sono ancora impegnati sul campo che sono come padre Barbieri.
    Addio padre Vincenzo Barbieri, un’ultimo sguardo e un grade magone che rfimane in gola che non riesce a fermare qualche lacrima, fai buon viaggio. Ciao.
    Angelo Turini

  3. Ciao, ieri ho reso omaggio a padre Vincenzo Barbieri, quando sono entrato nella bilbioteca della COOPI, lui era li in questo luogo di cultura e di pace.
    Ai piedi del feretro hanno deposto i suoi simboli usati per raccogliere un euro per salvare dei bambini, un megafono, una baudiera della COOPI e una cassetta di cartone con foto di bambini e un piccolo buco dove la gente da lui sensibilizzata poteva introdurre uno o più euro. Tutto questo mi ha commosso e mi ha fatto riflettere sulla persona di padre Barbieri.
    Li seduto accanto a lui con i pensieri sono tornato a quando per la prima volta ho conosciuto padre Vincenzo e capire quanto lui fosse stato importante per il volontariato, senza se senza ma.
    Ora mi chiedo perchè COOPI sia ancora impegnata come associazione nel volontariato, mentre noi TVC siamo spariti e ora viviamo di incontri per ricordare e porci le solite domande sul volontariato ecc.
    E’ stato lui il vero motore trainante dell’impegno dei volontari?
    Perchè i TVC dopo l’uscita di padre Barbieri dai TVC , poco a poco sono andati verso la chiusura dell’associazione? Forse il motore dei TVC ora si trova ancora nei volontari che sono ancora impegnati sul campo che sono come padre Barbieri.
    Addio padre Vincenzo Barbieri, un’ultimo sguardo e un grade magone che rfimane in gola che non riesce a fermare qualche lacrima, fai buon viaggio. Ciao.
    Angelo Turini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*