HAITI: ACQUA, RIFUGI e LATRINE a 7600 PERSONE

AGGIORNAMENTI 12 marzo 2010

Milano, 12 marzo 2010 — COOPI – Cooperazione Internazionale interviene ad Haiti insieme a RAPID LA, l’ong latinoamericana consorziata di RAPID UK specializzata nel primo soccorso.

[[IMG:3270:CENTER:]]

Nelle ultime settimane il lavoro ad Haiti si è svolto in due campi sfollati sorti spontaneamente:

A) Campo Caradeux (Tabarre, zona di Port-au-Prince): popolazione stimata di 1500 famiglie per un totale di 7000 persone.
B) Campo CRESOF (Delma 33, zona di Port-au-Prince): popolazione stimata di 136 nuclei famigliari per un totale di 600 persone.

Gli interventi si sono incentrati su tre aspetti prioritari comuni alla maggioranza dei campi di Port-au-Prince:

1 – Shelter o rifugi provvisori: varie istituzioni internazionali hanno distribuito teloni impermeabili senza un’adeguata assistenza tecnica per costruire un rifugio adeguato e resistente alle forti piogge stagionali ormai imminenti – previste a partire dal mese di Aprile.

Formazione pratica dei senza tetto per la costruzione e mantenimento dei nuovi moduli.

Vista la situazione, il team di COOPI – RAPID LA ha definito un modulo shelter base di 2.6 x 3.6 metri che può essere montato in poche ore utilizzando materiale locale facilmente reperibile e ad un costo unitario minimo. La struttura permette inoltre una giusta ventilazione – fattore fondamentale in climi caldi e umidi come quelli di Port-au-Prince. Le dimensioni sono ridotte, al di sotto degli standard, per l’esigenza di sistemare un gran numero di senza tetto in campi piccoli e sovraffollati, garantendo comunque condizioni igieniche e sanitarie minime. Si è provveduto inoltre alla formazione di 30 persone nei campi CRESOF e Caradeux per l’allestimento degli shelter. In quest’ultimo campo, per mezzo del Comitato di autogestione, si sono identificate le famiglie più vulnerabili a cui si fornirà assistenza in forma prioritaria. Nei prossimi giorni si realizzeranno altri 55 moduli per altrettante famiglie con bambini, anziani e/o persone malate.

Consegna di un modulo abitativo a una sfollata in stato di gravidanza.

2 – Acqua: questa settimana verrà ultimata l’installazione di 6 water tank (capienza 2000 litri circa) nel campo Caradeux, dove si trovano accampate più di 1500 famiglie. Queste cisterne saranno riempite d’acqua giornalmente da parte di COOPI – RAPID LA e saranno gestite dal Comitato di autogestione del campo. Pur non garantendo lo standard minimo di 15 litri/giorno per persona, permetteranno di migliorare significativamente le condizioni igieniche e di accesso all’acqua.

Consegna delle cisterne al Comitato del campo CARADEUX.
Cisterne in funzionamento al campo CARADEUX.

3 – Latrine: in questo momento il campo Caradeux non ha latrine di nessun tipo. Per fronteggiare il problema, che si aggraverà all’arrivo delle piogge, abbiamo realizzato 6 moduli di latrine a trincea, ciascuna con 4 latrine individuali, che rappresentano un’esperienza pilota per insegnare agli sfollati come pulire e prendersi cura delle latrine. Si stima un fabbisogno di almeno 75 latrine in una fase iniziale, equivalente ad una latrina ogni 100 persone.

Realizzazione di due batterie di latrine a trincea.

L’obiettivo è ottenere un gruppo di persone formate in ogni campo che possa continuare con la fabbricazione e la manutenzione delle latrine in forma autonoma, per assicurare un uso continuo delle stesse. COOPI – RAPID LA fornirà il materiale e la supervisione tecnica necessaria. Riteniamo opportuna questa strategia di lavoro in considerazione dell’elevato numero di campi e persone senzatetto esistenti a Port-au-Prince, credendo che in questo modo il numero di beneficiari possa essere incrementato significativamente una volta terminata la fase iniziale di formazione.

Giuseppe Damiano
Coordinatore dei programmi ad Haiti
COOPI – RAPID LA

[[IMG:3358:CENTER:]]

COOPI – Cooperazione Internazionale aderisce ad AGIRE (www.agire.it), il coordinamento di alcune tra le più importanti Ong italiane, che ha lanciato un appello congiunto di raccolta fondi per garantire i necessari soccorsi alle popolazioni colpite.

PER SOSTENERE L’INTERVENTO DI COOPI AD HAITI:

c/c postale 990200 – intestato a: COOPI – Cooperazione internazionale – ONG ONLUS.

c/c bancario Banca Popolare Etica – filiale di Milano – IBAN IT 06 R 05018 01600 000000102369 intestato a: COOPI – Cooperazione internazionale – ONG ONLUS.

Carta di credito – telefonando al numero 02/3085057.

Causale: Emergenza Haiti.

Online – clicca qui, scegli la causale “Emergenza Haiti”.

AGGIORNAMENTI 25 febbraio 2010

Milano, 25 febbraio 2010 — COOPI – Cooperazione Internazionale interviene ad Haiti insieme a RAPID LA, l’ong latinoamericana consorziata di RAPID UK specializzata nel primo soccorso.

[[IMG:3270:CENTER:]]

Negli ultimi giorni gli operatori di COOPI-RAPID LA ad Haiti hanno pianificato gli interventi con i comitati di gestione dei campi sfollati sorti spontaneamente a Port-au-Prince.

Clicca qui per vedere le foto.

In molti casi i campi si sono formati disordinatamente su terreni privati, e non è ancora chiaro se resteranno li o saranno spostati altrove” afferma Giuseppe Damiano, coordinatore di COOPI – RAPID LA per la costruzione dei rifugi “in questa fase ci stiamo coordinando con i missionari gesuiti e CRESOF, un ong locale già attiva nei campi e a sostegno delle donne. Siamo pronti per appoggiare tecnicamente la costruzione di shelter (rifugi), garantire i servizi igienici e aiutare la popolazione sulla gestione del rischio e preparazione ai disastri.”

Questa settimana COOPI e RAPID LA hanno iniziato la distribuzione di 250 set di teli impermeabili tarpulin forniti da USAID (United States Agency for International Development), e stanno riorganizzando la sistemazione di 250 persone in un campo sfollati nella zona Delma 33.

Le foto sotto mostrano la costruzione del primo rifugio temporaneo in uno dei campi gestiti da CRESOF, avvenuta ieri. La struttura di 12 m² poggia su travi in legno ed è coperta dai teli tarpulin.

[[IMG:3366:CENTER:]]

[[IMG:3367:CENTER:]]

[[IMG:3358:CENTER:]]

COOPI – Cooperazione Internazionale aderisce ad AGIRE (www.agire.it), il coordinamento di alcune tra le più importanti Ong italiane, che ha lanciato un appello congiunto di raccolta fondi per garantire i necessari soccorsi alle popolazioni colpite.

PER SOSTENERE L’INTERVENTO DI COOPI AD HAITI:

c/c postale 990200 – intestato a: COOPI – Cooperazione internazionale – ONG ONLUS.

c/c bancario Banca Popolare Etica – filiale di Milano – IBAN IT 06 R 05018 01600 000000102369 intestato a: COOPI – Cooperazione internazionale – ONG ONLUS.

Carta di credito – telefonando al numero 02/3085057.

Causale: Emergenza Haiti.

Online – clicca qui, scegli la causale “Emergenza Haiti”.

AGGIORNAMENTI 5 febbraio 2010

Milano, 5 febbraio 2010 — COOPI – Cooperazione Internazionale interviene ad Haiti insieme a RAPID LA, l’ong latinoamericana consorziata di RAPID UK specializzata nel primo soccorso.

[[IMG:3270:CENTER:]]

Il DINEPA (Dipartimento governativo di gestione delle acque ad Haiti) ha affidato allo staff COOPI – RAPID la valutazione dei bisogni nei campi sorti spontaneamente a Port-au-Prince, con il supporto di UNICEF.

Abbiamo adottato un approccio progressivo. Per il momento la policy è assistere le persone nel posto in cui si trovano, soprattutto nei siti affollati di Port-au-Prince, in attesa di organizzare dei campi più stabili e idonei. I campi sono sorti spontaneamente per diversi motivi, in genere per avere maggior sicurezza, per rimanere vicino a persone che si conoscono, per aiutarsi a vicenda. Le persone sono rimaste nelle zone in cui vivevano precedentemente perché è più facile attivarsi partendo da luoghi conosciuti” spiega Marco Ferloni, capo-missione COOPI ad Haiti. E continua “Parallelamente stiamo cercando di recuperare materiale ‘shelter’ (necessario per l’allestimento di rifugi temporanei) e strumenti per garantire acqua pulita, come teli di plastica, taniche, pali, etc. da distribuire nei campi spontanei, anche in vista della stagione delle piogge“.

Continua la distribuzione di kit di prima emergenza. Ci scrive ieri Bruno Clerici, logista di COOPI da Haiti “Le 600 razioni K che dovevamo portare ieri a Leogane, oggi sono arrivate tutte all’ospedale Cardinal Leger e verranno usate per i pazienti ospitalizzati“. Parte dell’attività di distribuzione infatti era stata rimandata di un giorno per ragioni di sicurezza (un furgone di riso era stato assaltato lungo lo stesso percorso che porta a Leogane, nella zona ovest di Port-au-Prince).

mappa ufficio COOPI Haiti

nella foto: l’ufficio di COOPI ad Haiti, presso il Village George Hudicoure, Rue de Freres/Delmas 105.

Da quattro giorni, inoltre, lo staff di COOPI – RAPID LA ha una sede ad Haiti. Spiega Marco “si tratta di una casa-ufficio con parametri di sicurezza abbastanza buoni, l’edificio è recintato ed ha una struttura non deteriorata dal terremoto. Questa notte abbiamo sentito parecchi spari provenire da una zona limitrofa, ma non sembra che oggi ci siano problemi“.

Per ulteriori informazioni:
Ufficio stampa COOPI – Lara Palmisano
tel. 02 30 85 057 int. 226; ufficiostampa@coopi.org

COOPI – Cooperazione Internazionale aderisce ad AGIRE (www.agire.it), il coordinamento di alcune tra le più importanti Ong italiane, che ha lanciato un appello congiunto di raccolta fondi per garantire i necessari soccorsi alle popolazioni colpite. Dona 2 euro con un sms al 48541 dal cellulare TIM e VODAFONE o chiamando da rete fissa TELECOM ITALIA.

PER SOSTENERE L’INTERVENTO DI COOPI AD HAITI:

c/c postale 990200 – intestato a: COOPI – Cooperazione internazionale – ONG ONLUS.

c/c bancario Banca Popolare Etica – filiale di Milano – IBAN IT 06 R 05018 01600 000000102369 intestato a: COOPI – Cooperazione internazionale – ONG ONLUS.

Carta di credito – telefonando al numero 02/3085057.

Causale: Emergenza Haiti.

Online – clicca qui, scegli la causale “Emergenza Haiti”.

AGGIORNAMENTI 28 gennaio 2010

Milano, 28 gennaio 2010 — COOPI – Cooperazione Internazionale interviene ad Haiti insieme a RAPID LA, l’ong latinoamericana consorziata di RAPID UK specializzata nel primo soccorso.

[[IMG:3270:CENTER:]]

Ieri Bruno Clerici di COOPI e Cesar Pacheco di RAPID LA hanno distribuito generi di prima necessità a circa 1.200 persone nella località Leogane, a ovest di Port Au Prince.

Leogane, Haiti

Ecco di seguito la testimonianza di Bruno:

Oggi (ieri, n.d.r.) io e Cesar (Pacheco, operatore di Rapid – n.d.r.) abbiamo effettuato la seconda distribuzione con l’appoggio dei gesuiti, siamo stati nella località chiamata Leogane a ovest di Port au Prince, un’aerea molto colpita dal terremoto, almeno il 70% delle case sono crollate.

Anche l’ospedale (“Cardinal Leger”) dove abbiamo distribuito è stato evacuato perché crepato e a rischi caduta. Quindi i malati stanno nelle tende; e ce ne sono tanti, se si pensa che hanno circa 700 consultazioni al giorno.

Inoltre abbiamo anche portato 500 razioni kappa che purtroppo potranno, ma non basteranno, aiutare 1.200 persone sempre nella località di Leogane, isolate perché i loro villaggi non sono sulla strada principale.

distribuiti oggi (ieri, n.d.r.):

1 tenda di 20 metri
300 jerry canes da 10 litri
500 razioni alimentari K
26 letti da campo
2 rolli di teli plasticati 4×60 metri

Abbiamlo risolto in parte il problema auto e da domani (oggi, n.d.r.) ci muoveremo con 2 jeep 4×4; e sempre domani (oggi, n.d.r.) saro’ anche a caccia di una sistemazione migliore per noi e i nuovi colleghi di Rapid.

Saluti sinceri a tutti, BRUNO.

COOPI – Cooperazione Internazionale aderisce ad AGIRE (www.agire.it), il coordinamento di alcune tra le più importanti Ong italiane, che ha lanciato un appello congiunto di raccolta fondi per garantire i necessari soccorsi alle popolazioni colpite. Dona 2 euro con un sms al 48541 dal cellulare TIM e VODAFONE o chiamando da rete fissa TELECOM ITALIA.

PER SOSTENERE L’INTERVENTO DI COOPI AD HAITI:

c/c postale 990200 – intestato a: COOPI – Cooperazione internazionale – ONG ONLUS.

c/c bancario Banca Popolare Etica – filiale di Milano – IBAN IT 06 R 05018 01600 000000102369 intestato a: COOPI – Cooperazione internazionale – ONG ONLUS.

Carta di credito – telefonando al numero 02/3085057.

Causale: Emergenza Haiti.

Online – clicca qui, scegli la causale “Emergenza Haiti”.

AGGIORNAMENTI 27 gennaio 2010

Milano, 27 gennaio 2010 — COOPI – Cooperazione Internazionale interviene ad Haiti insieme a RAPID LA, l’ong latinoamericana consorziata di RAPID UK specializzata nel primo soccorso.

[[IMG:3270:CENTER:]]

Ieri a Fond Parisien (località haitiana al confine con la Repubblica Dominicana) gli operatori di COOPI Marco Ferloni (capoprogetto) e Bruno Clerici (logista), insieme a Cesar Pacheco di RAPID LA, hanno distribuito taniche per l’acqua, teli di plastica, razioni kappa e brandine a circa 2.000 persone colpite dal terremoto.

[[IMG:3295:CENTER:]]

Il materiale è stato fornito dalla Protezione Civile italiana, con la quale COOPI si sta coordinando in loco per assicurare gli aiuti, parallelamente ai cluster groups (gruppi tematici/settoriali di intervento) delle Nazioni Unite.

La distribuzione di ieri è stata realizzata in collaborazione con l’ordine dei Gesuiti di Fond Parisien. Le foto sono di Cesar Pacheco e Bruno Clerici.

[[IMG:3296:CENTER:]]

guarda la altre foto

[[IMG:3297:CENTER:]]

[[IMG:3298:CENTER:]]

[[IMG:3299:CENTER:]]

[[IMG:3300:CENTER:]]

Share Button

14 Replies to “HAITI: ACQUA, RIFUGI e LATRINE a 7600 PERSONE”

  1. ciao sono una cronista di Monza, mi piacerebbe avere qualche testimonianza diretta da Ferloni e gli altri da pubblicare sul nostro mensile

  2. ciao a tutti,
    e grazie a Nico per l’incorraggiamento….e ieri ne avevamo proprio bisogno visto che con Cesar ci siamo caricati 7 tonnelate di roba da sole….mais c’est la vie….
    grazie a tutti e continuate a seguirci sul blog…
    BRUNO

  3. bravi ..bravissimi… ricordo bruno in situazioni simili in quel di kinshasa… la sua esperienza tutto lo staff puo’ stare tranquillo che riuscirete a portare a casa ottimi risultati . forza … forza anche se lontano ma sono con voi. andrea

  4. ciao Nico,
    oggi e’ lutto nazionale (un mese dopo il terremoto) allora sono in ufficio e sto mandando domande di preventivi per le attivita’ visto che in giro per la citta’ solo le chiese sono aperte. Intanto ho scoperto che domani giochiamo contro la fiorentina ….ci sentiamo lunedi per i commenti calcistici…

    • caro bruno che dire, un pò inizio a preoccuparmi anche perchè voi ne avete vinte quattro di fila e noi veniamo da due pareggi consecutivi.. la prossima giornata è Inter-Samp.
      Ci sentiamo presto, continuate a mandare aggiornamenti a me e lara che mano a mano li pubblichiamo sul sito.
      abrazos, Nico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*